REQUISITI DEI PROTOTIPI



Caro autore,
Doppio Gioco Press è una realtà nuova e dinamica nel panorama editoriale italiano.
Se sei interessato a presentarci un tuo prototipo assicurati che abbia il maggior numero possibile dei requisiti sottoelencati.

1) NUMERO DI GIOCATORI

Ci piace avere giochi con un ampio intervallo nel numero di giocatori: l’ideale sono quelli che vanno da 2 a 5 (o anche più) giocatori. Ovviamente il gioco deve scalare in modo appropriato in modo che la difficoltà non sia dipendente dal numero dei giocatori. Il gioco deve essere stabile, ovvero la variabilità del numero dei giocatori non deve modificare più di tanto le regole. Non disdegniamo giochi che prevedono anche una modalità in solitario. Non siamo invece interessate a giochi solo per 2 giocatori.

2) DURATA

La Durata dovrebbe essere idealmente di 30-45 min. Non dovrebbe comunque mai superare l’ora di gioco.

3) ELEMENTI INNOVATIVI

Tutti i nostri giochi tendono ad avere degli elementi innovativi (ad esempio le lingue srotolabili di The Frog Kiss, o la meccanica dell’ordine di suonata di Symphony). Questo è un criterio fondamentale quando selezioniamo i prototipi inviatici dagli autori.

4) COMPONENTI

Tendiamo ad evitare giochi di sole carte o di soli dadi. La base dei nostri giochi è il tabellone, interegrato da una variabilità di componenti (tessere, plance, carte, ed, eventualmente, dadi) che interagiscono fra loro. Per il momento, inoltre, cerchiamo di evitare giochi con un gran numero di miniature (visto che la produzione degli stessi richiede compentenze molto specifiche).

5) TIPOLOGIE DI GIOCO

Non siamo interessati agli astratti (specie se per 2 giocatori) ed a giochi famiglia (che costituiscono un settore con un mercato molto specifico). Rifiutiamo nel modo più assoluto qualsiasi wargame puro. Siamo orientati verso i giochi in stile german, più che verso gli american. Apprezziamo molto anche giochi in cui si realizza un connubio dei due stili, purchè l’elemento di alea non sia eccessivo (vd. oltre).

6) VARIABILITA’

Il gioco dovrebbe avere un grande livello di variabilità. Ciò significa che le condizioni di partenza dovrebbero essere il più possibile variabili (esempio: tabellone modulare sempre diverso, oppure carte o tessere iniziali estratte da un ampio ventaglio di possibilità). La strategia da seguire dovrebbe cambiare ed adattarsi a seconda delle condizioni iniziali (il modello da seguire è quello di Terra Mystica e Marco Polo).

7) CRESCITA, STRUTTURA e POTERI ASIMMETRICI

Il gioco dovrebbe avere un sensibile grado di crescita. I giocatori devono poter costruire Struttura, dovendo decidere fra vantaggi immediati one-shot come PV) oppure vantaggi permanenti per il futuro (struttura). Per rimanere entro i limiti della durata di gioco già indicati, prediligiamo giochi con una durata ridotta ma con crescita rapida (vd. Campus Cafè), piuttosto che giochi con molti turni (durata lunga) e crescita lenta. La presenza di Poteri Asimmetrici è apprezzata, trantaddosi di Struttura iniziale che differenzia i giocatori.

8) ALEA

Il gioco dovrebbe essere con livello di alea minimo o nullo. Se i dadi o la pescata di carte sono presenti, il risultato deve essere ben controllabile (in sostanza siamo orientati verso i giochi in stile german). La nostra  dottrina impone che il giocatore che gioca meglio deve poter prevalere (indipendentemente dal caso).

9) INTERAZIONE DIRETTA

Il gioco non dovrebbe avere elementi di interazione diretta, sempre secondo i dettami dello stile german. Effetti di distruzione permanente della struttura edificata da un giocatore non devono essere presenti, così come la possibilità per più giocatori di trarre efficace giovamento da un alleanza sistematica contro un altro giocatore. L’ordine relativo nella classifica finale dei giocatori dovrebbee riflettere l’effettiva bravura degli stessi, indipendentemente dalle alleanze intercorse in partita.

10) MODULARITÀ

Il gioco dovrebbe essere modulare. Ciò significa che è possibile implementare un certo numero di set di regole aggiuntive (ciascuno dei quali costituisce un modulo), per incrementare a piacere il livello di difficoltà, la complessità e la controllabilità.


Se pensi che il prototipo rispetti i requisiti indicati, inviaci via mail il regolamento completo e, se possibile, i componenti print&play, a sevlam@libero.it oppure a editoria@doppio-gioco.com